blog di Diego

Chimera

XII.XII.MMXI
 
CHIMERA
 
Sdraiato nel letto, la notte,
prediligo il fianco destro:
avere un muro ad una spanna dagli occhi
mi rassicura.
 
Alcune volte, però,
si innesca il ciclo dei pensieri,
che non riesco più a fermare:
allora, tenendo chiusi gli occhi,
mi volto sul fianco sinistro.
 
Immaginando
il letto raddoppiare,
raddoppiano
le presenze nella mia stanza.

Oblio

01/07/2011 - 22:37
 
OBLIO
 
Venerdì sera, a casa, davanti al pc, musiche di Elisa che da qualche giorno a questa parte mi va di riascoltare. Aspettando qualche segno: Claudio a fare haikido, Mauro ancora a Padova tornerà domani, Lara che non risponde al mio sms, Michele che non si sa cosa fare perché è morto suo padre ieri e vai a sapere te se ha voglia di scambiare due parole o di restar un po' per i fatti suoi.

Monte Grappa

24/04/2011 MONTE GRAPPA
 
BIVACCO MALGA VAL VECCHIA
 
Programmare, attendere, organizzare:
poi partire.
Senza obblighi
verso qualcuno con cui condividere,
verso itinerari da dover onorare.
Liberare la mente dai soliti pensieri,
compiere solamente azioni
che legano in egual misura valore e senso:
camminare, sudare, fare una pausa
oppure stringere i denti per non farla,
nutrirsi, lavarsi, riposarsi,

Splendore

XXIX.VI.MMIX
 
SPLENDORE
 
Ciao amore mio,
ti scrivo queste righe... perchè non ne posso fare a meno...
Ieri è stata una giornata eccezionale: daltronde ogni istante che passo con te ha il sapore dello straordinario...

Alcune sere

07/02/2006 – 23:41
 
ALCUNE SERE
 
Accade solamente in rare occasioni, in alcune sere…
 
Dev’essere a causa di una certa lieve stanchezza,
la chiamerei spossatezza,
ma non così forte da far chiudere gli occhi…
 
Accade così,
che mi sdraio ancora vestito della giornata appena trascorsa,
magari con una musica leggera che libera la mente,
e chiudo gli occhi, ma restando sveglio,
come solo per farli riposare…

Risvegli d'amore

06/04/2005 - 21:55
 
RISVEGLI D'AMORE
 
C'è stato un tempo in cui,
appena sveglio, aprivo la finestra
e bastava la luce dell'alba
per assaporare la pace.
 
Ora,
ancor prima di cercare gli occhiali,
al risveglio penso a te:
ti cerco in una foto
e penso al tempo che deve passare
prima di poterti incontrare
e il mio cuore non si dà pace.
 
Ho cercato a lungo,

Pagine

Abbonamento a Feed RSS - blog di Diego