O do rj amo

XI.I.MMXVI
 
O DO RJ AMO
 
- Ora, dimmi qualcosa di cinico...
- Di cinico? Fammi pensare... Ah sì, ci sono. Tu non lo sai, ma penso di avere un buon olfatto, anche se fumo da anni. Una cosa curiosa è che alle volte sono a letto, in dormiveglia, prima di alzarmi, e all'improvviso inizio a sentire il mio odore. L'odore della mia pelle, l'odore animale che mi contraddistingue. E non mi piace. Sarebbe naturale per me, per tutti, che ad ognuno almeno piacesse il proprio. Ma a dir la verità non m'è mai piaciuto nemmeno quello di mia madre, quando da piccolo le stavo in braccio: lei ha un odore che assomiglia al mio, e quindi il discorso fila che è una meraviglia... [silenzio] ...Beh, allora? Perché mi guardi così? Anche tu hai il tuo odore, te l'ho sentito la prima e unica volta che siamo stati al cinema insieme. Oltre il tuo profumo, dopo un po' ho sentito il tuo odore. E a dirla tutta dopo mi sono sentito meglio, più tranquillo, a mio agio: in quei minuti, ho pensato che non sei una statua di marmo di Carrara, e non lo sono nemmeno io. Odoriamo. Noi siamo vita vera.